ambiente · anima e corpo · armonia · buone notizie · casa · Comunicazione · Energia · futuro · natura · pensare positivo · scienza · stagioni · stare bene

* La buona notizia del venerdì: La luce del sole uccide i batteri: aveva ragione la nonna spalanchiamo le finestre!

Un gruppo di ricercatori americani ha raccolto un po’ di polvere dalle case di Portland e l’ha messa in alcuni modellini di abitazioni.

Quello che hanno scoperto dopo 90 giorni è che il sole aveva ucciso il doppio dei batteri rispetto alle stanze rimaste al buio. Ammettilo, è il momento di dare ragione alla nonna.

Sembra che sprecare tempo con detersivi aggressivi e antibatterici dalla precisione capillare non serva a nulla, se poi non tieni sollevate le tapparelle e aperte le finestre.

Sono stati i ricercatori dell’Università dell’Oregon a dimostrare quello che tua nonna sapeva già da tempo: la luce solare uccide i batteri. In uno studio pubblicato sulla rivista Microbiome hanno utilizzato le case delle bambole per dimostrare che se Barbie tiene la stanza al buio, si ritroverà a vivere con il doppio dei microbi. Quindi spalanca i vetri e leggi con attenzione.

L’esperimento è stato fatto a Portland, la città più grande dell’Oregon. I ricercatori hanno messo polvere vera, raccolta dalle case dei cittadini che abitano nella zona, in modellini di abitazioni. Alcuni sono state esposte alla luce solare diretta, altri all’illuminazione di lampade e gli ultimi sono rimaste al buio. In tutti, la temperatura era quella che si ritrova normalmente negli appartamenti. Dopodiché hanno aspettato 90 giorni, cioè il tempo nel quale la polvere rimane attaccata, anche se passi spesso l’aspirapolvere.

E alla fine hanno analizzato lo sporco. Nelle stanze colpite dai raggi ultravioletti del sole era vivo solo il 6,1% di batteri. La differenza con le case illuminate in modo artificiale era di sette punti percentuali, ma in quelle rimaste al buio la comunità di microbi aveva almeno il doppio della popolazione.

Se tieni presente che anche agli acari piace il buio, ti verrà voglia di chiudere le tapparelle solo quando vai a dormire.

Aprire le finestre, poi, è importante anche in inverno, perché i termosifoni sono dei produttori di polvere casalinghi. Tutte cose che, se soffri di allergia, saprai già.

Quello che invece aggiunge lo studio è che i batteri vivi nelle stanze sono proprio quelli che causano malattie respiratorie. Quindi quando la nonna spalancava le finestre di camera tua per farti alzare, ecco, aveva ragione lei.

Fonte|

Daylight exposure modulates bacterial communities associated with household

2 pensieri riguardo “* La buona notizia del venerdì: La luce del sole uccide i batteri: aveva ragione la nonna spalanchiamo le finestre!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...