amore.autostima · armonia · Comunicazione · cultura · donne · eventi · evoluzione · sebben che siamo donne · stare bene · Testimonianze

Sebben che siamo donne: Lady Florence Norman e il suo monopattino

È il 1916. Siamo a Londra.

Lei è una suffragetta e sì, quello è il suo scooter!

Lo usava per raggiungere il suo ufficio nel centro di Londra!

È Florence Norman che aveva ricevuto questo monopattino motorizzato come regalo di compleanno dal marito, Sir Henry Norman.

Siamo a Londra, nel 1916, e Lady Florence Norman (1884-1964) lo sta usando per andare al lavoro. A donarle il monopattino fu il marito, il giornalista e politico liberale Sir Henry Norman.

Quello di Florence è stato uno dei primi esempi di monopattini motorizzati nel 1916.

Florence Priscilla, Lady Norman, 1883 – 1 March 1964, ) era una attivista e suffragetta inglese.

Priscilla era la quarta figlia e la seconda figlia di Charles McLaren, il primo barone Aberconway e Laura Elizabeth Pochin. I suoi fratelli erano i politici liberali Henry D McLaren e Francis McLaren.

Nel 1907 sposò, come seconda moglie, Sir Henry Norman, 1 ° Baronetto, un noto giornalista e poi deputato liberale per Wolverhampton South, che perse questo seggio nelle prime elezioni del 1910 ma poi ottenne Blackburn nella seconda elezione di quell’anno.

Tra le cause che Sir Henry aiutò a promuovere come politico c’era il suffragio femminile di cui Lady Norman era lei stessa un’attiva sostenitrice del suffragio femminile ma non una militante. [1] Ha ricoperto la carica di On. Tesoriere dell’Unione del suffragio femminile liberale.

Come i suoi nonni che hanno fondato Bodnant Gardens, Priscilla era un’appassionata orticultrice.

Quando lei e suo marito hanno acquisito la Ramster Hall, nel Surrey, è stata determinante nella creazione di rododendri e azalee nei giardini.

I giardini sono stati aperti al pubblico nell’ambito del National Gardens Scheme dal 1927 e continuano ad essere aperti in base a tale schema.

Politica come sua madre, era attiva nella causa del suffragio femminile attraverso l’Unione del suffragio femminile liberale e la Federazione liberale delle donne.

Durante la prima guerra mondiale, gestiva con suo marito un ospedale volontario a Wimereux, in Francia.

È stata insignita della Mons Star per i suoi servizi e ha creato un CBE per i suoi servizi di guerra.

Dopo la creazione dell’Imperial War Museum nel 1917 divenne presidente di uno dei suoi sottocomitati e fu determinante nel garantire che i contributi delle donne durante la guerra fossero registrati e inclusi nelle collezioni del museo.

Interessata ai problemi di salute mentale, divenne la prima donna ad essere nominata nel consiglio del Royal Earlswood Hospital nel 1926.

Durante la seconda guerra mondiale fu autista per il servizio volontario femminile a Londra.

Gli archivi di Lady Norman sono conservati presso la Women’s Library di Londra.

Sebben che siamo donne” è il titolo di uno dei tanti canti delle donne mondine che rivendicavano il loro salario come al solito minore di quello degli uomini.
Con questo titolo pubblicherò articoli che parlano di donne che non hanno ricevuto i dovuti riconoscimenti e per il loro ingegno e per il lavoro fatto. Solo per il fatto di essere donne. O temporaneamente dimenticate.

Un pensiero riguardo “Sebben che siamo donne: Lady Florence Norman e il suo monopattino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...